Chiesa

News

News

Chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio Milano

  • Text size
Chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio Milano
Chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio Milano
  • La chiesa di Santa Maria delle Grazie al Naviglio nasce su una chiesina già presente dalla prima metà del '400. La nuova chiesa fu costruita nell'anno 1556 per la presenza di una immagine della Beata vergine Maria, affrescata su di un muro probabilmente in un cortile di una casa attiguo alla chiesa. La chiesa di S.Maria con il suo lento sviluppo edilizio prese sempre più il suo carattere di piccolo santuario dedicato alla Madonna delle Grazie.

Dopo la devastazione dovuta all'incendio del 1719 la chiesa risorse ma senza una precisa facciata. Nel 1849 S.Maria al Naviglio divenne parrocchia e una delle prime attività dei "fabbricieri" della "Riva"(perché si estendeva tra i due navigli, Grande e Pavese) fu la sostituzione delle campane: ne furono istallate tre, nuove ed in bronzo, a cura della fonderia Barigozzi nel 1850. . Nel 1900 il progetto neo-gotico dell'architetto Cesare Nava (con luminoso interno a croce latina, tiburio ottagonale cupola e lanterna), a differenza di quello del 1891 dell'architetto Gaetano Moretti, rimasto solo sulla carta, poteva finalmente prendere corpo. Venne creato un nuovo accesso verso la via Corsico che permise finalmente l'uso parziale della nuova chiesa così che quella vecchia cominciò ad essere demolita. Il vecchio altare maggiore fu trasferito nel transetto sinistro formando l'altare della Madonna mentre quello nuovo di destra, fu dedicato a S.Antonio. Il completamento della Chiesa e la sua inaugurazione avvennero nel 1909. L'opera di maggior pregio artistico della nuova chiesa sono i pulpiti in bronzo, completati nel 1913. Quello a sinistra con donazione della Sig.Giuseppina Mantegazza Ved.Cappelletti e quello di destra della nobildonna Paolina Bellinzoni. Nel transetto sinistro circondata da una cancellata di ferro si trova una Pietà proveniente dalla precedente chiesa di S.Maria , eseguita probabilmente nella seconda metà dell'Ottocento Nella vecchia sacrestia, oltre un famoso quadro del '600 (Il Passaggio del mar Rosso) , si trovano anche dieci stendardi, tutti realizzati negli ultimi decenni dell'Ottocento. La facciata, che riecheggia la vecchia chiesa ci ricorda che la facciata "vera" non fu mai realizzata.

Mappa