Cucina Tradizionale

News

News

Ristorante Mamma Lina Milano

  • Text size
Ristorante Mamma Lina Milano
Ristorante Mamma Lina Milano
  • Un'atmosfera elegante, ingentilita dalla cortesia del servizio e dal dolce suono del pianoforte. Cucina tipica pugliese. Specialità: tiedda, timballo di riso, patate e cozze. Aperto tutto agosto.

Chi si trova a Milano e ama la buona tavola non può ignorare questa insegna:
" Mamma Lina" .
I buongustai milanesi hanno iniziato ad apprezzarlo da oltre trent'anni. Infatti il locale, che continua ad avere una gestione familiare, ha raggiunto livelli di fidelizzazione molto alti.
Qui, in viale Monza 256, ex stazione di posta Milano-Monza, ultimo cambio di cavalli, che conserva nella struttura le "stimmati" del tempo che fu - massicce travi di legno in bella vista, grande caminetto rivestito con pietra di Trani è possibile ritrovare e rintracciare i preliminari della grande cultura della Magna Grecia, dove l'ospite, lo straniero, il nuovo arrivato veniva accolto, nutrito e rifornito di ogni comfort, dacchè noi tutti siamo caduchi e...di passaggio.
La cucina pugliese è ricca di proposte e spazia dal pesce di mare fresco, appena pescato, alla carne di ovini e bovini, si è imposta sulla "difficile piazza di Milano" grazie anche al lavoro, alle proposte culinarie della famiglia Rutigliano.

Tutta questa organizzazione, che dell'ospitalità ne ha fatto un culto, è a misura dei 45 posti a sedere per un target medio-alto, con capacità di spesa.
Le proposte di consumo partono dagli antipasti classici che vede premiata la burrata di Andria e mozzarella di bufala, con arrivi giornalieri; per i primi il best seller, da sempre, è rappresentato dalle orecchiette con le cime di rape, seguito a ruota dalla "tiedda", che è fatto da riso -la signora Carmela sostiene con prove di documenti storici che Marco Polo approdando nei porti pugliesi per fare rifornimenti idrici scambiava i prodotti alimentari d'importazione con beni di prima necessità del luogo e tra quelli d'importazione c'era il riso che trecento anni dopo, dopo vari fallimenti di coltivazione in terra d'Otranto e in quel di Pisa, città marinara, attecchiva in Lomellina-, cozze e patate al forno mentre nei secondi piatti trionfa sia l'agnello con le patate al forno che i "turcinedd", fatto d'intestino dell'agnello ripieno dell'interiora dello stesso.
I dolci, tutti di produzione propria, vanno da "cartellate al vino cotto, cioè pasta delle chiacchere passata nel mosto di fichi cotto, ai dolcini di mandorle fino ai torroncini. Comunque tutti dolci secchi, come da tradizione, per essere consumati nel tempo. "prodotti di terra e di mare"
alcuni piatti tipici:
"polipo alla brace su pratino di rucola",
"troccoli con salsiccia e ricotta marzotica",
"gnumeridd alla brace",
"tiedda alla barese".

Mappa